mercoledì 1 ottobre 2014

Rapporto Bambino-cane E Anziano-cane

rapporto anziano cane


Non vi è quasi bisogno di precisare le ragioni che possono giustificare la presenza di un animale accanto ad un bambino. Tuttavia, agli aspetti positivi si contrappone l’eventualità d’incidenti.
Nel momento dell’ingresso del bebè in famiglia è compito dei genitori integrare e preparare rapidamente il cane, facendolo partecipare alle cure che vengono rivolte al bambino. La relazione affettiva diventerà progressivamente più profonda quando il bambino comincerà a esplorare l’ambiente ed a comunicare. Durante questo periodo si stabiliscono i primi contatti fisici ed è competenza dei genitori badare eventuali incidenti. Finché il bambino non impara a comunicare con il cane e decifrare i suoi segnali, può mettere il cane in uno stato di paura e provocare un’aggressione incontrollata. È appunto in queste situazioni che la buona socializzazione e la partecipazione precoce del cane alle attività della famiglia intervengono per prevenire ogni pericolo.
Tuttavia, è necessario che i genitori limitino gli eccessi del bambino che la passività del cane potrebbe autorizzare.

La decisione da parte di una persona anziana di adottare un cucciolo è prevalentemente la sua richiesta di affetto. Si osservano spesso in strada dei cani che camminano allo stesso ritmo del loro padrone della terza età. In realtà si tratta il più delle volte di cani nel pieno dell’energia, infatti le reazioni padrone-cane incita quest’ultimo ad adottare alcune caratteristiche comportamentali del suo padrone. 

Attenzione alle depressioni frequenti negli anziani, che hanno un impatto sul comportamento del cane. Questo stato depressivo caratterizzato dalla variabilità d’umore è importante per la genesi dei disturbi del cane che genera un’inquietudine che si può trasformare in depressione parallela. Il trattamento della depressione del cane è all’origine di un miglioramento del proprietario ovvero il cane spinge il padrone a uscire e conversare con i suoi simili, eccellente supporto affettivo per l’anziano. 

Nessun commento:

Posta un commento

Tu che ne pensi?

Follow by Email

Translate