mercoledì 14 maggio 2014

Leishmaniosi canina: prevenzione, sintomi, cure

Leishmania-foto-cane
Informare sulla leishmania
Informare sulla leishmania

Con l'avvicinarsi della stagione estiva, diventa sempre più frequente la presenza di fastidiosi insetti, le zanzare, che spesso possono provocare con la loro puntura delle malattie anche gravi ai nostri amati animali domestici.


Cos'è la leishmania


La rappresentazione grafica sopra riportata, spiega in dettaglio le origini e il significato della malattia. 
Può essere provocata dalla puntura del cosiddetto pappatacio, un insetto simile alla zanzara parassita che colpisce principalmente da Maggio a Ottobre, trasmettendo il virus al cane col suo morso.


Può essere trasferita da cane a cane o da cane a uomo?

Come spiegato da Roberto Albanesi nel suo ottimo articolo sulla leishmaniosi canina, soltanto l'insetto può trasmettere la Leishmania ad un cane. Tuttavia, un cane ammalato di leishmaniosi può essere un pericoloso contenitore del virus, e se punto da un altro pappatacio, questo può entrare a contatto col virus, pungere a sua volta altri cani sani e continuare il contagio di questa pericolosa malattia. 
Ribadisco pertanto che un cane non può infettare un altro cane entrando semplicemente a contatto.

Quali sono i principali sintomi?

I sintomi variano da cane a cane, in quanto alcuni quadrupedi possono manifestare sintomi cutanei mentre altri possono avere danni agli organi interni. 
In ogni caso i segnali più evidenti possono essere la forfora, perdita di peso e peli, perdita di sangue dal naso, diarrea, vomito e disfunzioni renali.

Cosa posso fare per prevenire la malattia?

Purtroppo non esistono ad oggi cure in grado di debellare completamente il virus dal cane, ed è per questo che si consiglia una serie di accorgimenti da seguire, per evitare il più possibile il contagio.

  • limitare le passeggiate notturne: il pappatacio punge soprattutto nelle ore serali ed è per questo che è sconsigliabile far uscire il vostro cane di notte;
  • applicare zanzariere alle finestre: se il vostro cane dorme in casa, applicate le zanzariere alle finestre in modo da non permettere l'ingresso alle zanzare;
  • applicare l'antiparassitario: è fondamentale per una corretta prevenzione, applicare un antiparassitario come l'Advantix almeno una volta ogni tre settimane, per assicurarsi che il vostro amico peloso sia adeguatamente protetto;
  • usare una cuccia: se abitate in campagna ed il vostro cane dorme fuori in giardino, è preferibile farlo dormire all'interno di una cuccia, o coprirlo con un telo, per limitare il più possibile le punture di zanzara.

Esiste una cura?

No. O meglio, non si può guarire dalla malattia, ma si possono ottenere dei miglioramenti, si può arrestare l'avanzamento della stessa.

Speriamo che questo articolo possa contribuire a sensibilizzarvi in merito ad una delle piaghe più diffuse per i nostri amici a quattro zampe.



Nessun commento:

Posta un commento

Tu che ne pensi?

Follow by Email

Translate